lunedì 27 agosto 2012

Uri Avnery, perche' Israele non attacchera' l'Iran

L'intellettuale pacifista israeliano spiega i motivi che, a suo dire, impediranno al premier Netanyahu e al ministro della difesa Barak di scatenare la guerra contro Tehran                                                                                                                                                                                                                                                                                              http://nena-news.globalist.it/Detail_News_Display?ID=33018&typeb=0

sabato 25 agosto 2012

Crescita cinese più lenta, con nodi strutturali da sciogliere... interessante articolo

il governo è consapevole che l’unica strada per preservare la stabilità sociale è mantenere cospicua la crescita economica e migliorare le condizioni di vita, non solo materiali, di gran parte della popolazione.Ciò detto, la Cina resta una vitale fonte di crescita globale e la sua rilevanza internazionale è destinata ad aumentare. Oltre a essere primo esportatore mondiale (10,4% dell’export globale nel 2011) e prima potenza industriale (21,7% della produzione mondiale) è anche un importantissimo investitore. Il dragone sta scalando la classifica dei paesi che generano i maggiori flussi di IDE in uscita, salendo nel 2010 al quarto posto (5,1% degli investimenti diretti esteri mondiali). Gli IDE realizzati dalle imprese cinesi sono in costante crescita, dai 10,2 miliardi di dollari nel 2005 ai 72,7 nel 2011, e sono per lo più indirizzati insettori di enorme rilevanza strategica per l’approvvigionamento energetico e di materie prime                                                                                                                                                                        http://www.agichina24.it/in-primo-piano/economia

mercoledì 15 agosto 2012

In marcia gioiosa e mai allineata

  Ma anche nella più aspra critica, rimane l'ammirazione per la rivoluzione e per i bolscevichi che si sono messi alla sua guida, e che certo non possono «pretendere di fare dei miracoli perché una rivoluzione proletaria esemplare e impeccabile in un paese isolato, esaurito dalla guerra, strangolato dall'imperialismo, tradito dal proletariato internazionale, sarebbe un miracolo».         Luxemburg sottolinea sempre che gli errori che denuncia - gravi e se non corretti forieri di peggiori sviluppi - sono in gran parte dovuti alle circostanze storiche, soprattutto alla colpevole ignavia della «socialdemocrazia di questo occidente altrimenti sviluppato (CHE) è composta di miserabili vigliacchi e lascerà dissanguare i russi, stando tranquillamente a guardare», come già scriveva nel novembre 1917 a Luise Kautsky.                                                                                                   http://www.ilmanifesto.it/area-abbonati/ricerca/nocache/1/manip2n1/20120811/manip2pg/10/manip2pz/327143/manip2r1/marcia%20gioiosa/

lunedì 6 agosto 2012

Le aporie del più Europa - Alberto Bagnai -

"Se come unica soluzione un economista esce a dire "vendiamo le nostre infrastrutture strategiche", cosa importa se c'è o ci fa? Evidentemente va contro gli interessi del paese e deve essere contrastato con fermezza e civiltà. Se questa affermazione derivi dal fatto che è pagato per farla o che (come credo) è semplicemente obnubilato, a me interessa poco. Dovrebbe interessare probabilmente un magistrato di qualche tipo, ma questo, ripeto, non riguarda me. Io mi attengo ai dati e ai fondamentali macroeconomici".                                                      http://goofynomics.blogspot.it/2012/08/le-aporie-del-piu-europa.html

giovedì 2 agosto 2012

BOLOGNA...

  http://bologna.repubblica.it/cronaca/2012/08/02/news/due_agosto-40214887/                                                                                                                                                               THE STATE TODAY IS ABSENT......